VERBENA 23

Verbena nasce principalmente per soddisfare la necessità di avere una termostufa a pellet in grado di interfacciarsi con un ulteriore fonte energetica, anch’essa possibilmente rinnovabile (come una pompa di calore, un impianto termico solare o un altro termoprodotto a biomassa), al fine di rispettare i parametri “green” che le normative richiedono.
Verbena è in grado di adattarsi ai diversi tipi di installazione al fine di soddisfare le esigenze richieste dal mercato.
Può garantire una quantità di acqua calda sanitaria subito disponibile all’utilizzo, e una quantità di acqua calda da destinare all’impianto di riscaldamento, per soddisfare le necessità di una famiglia media di 3/5 persone.
Verbena è composta da una termocamera (da 23 kW o da 29 kW) in abbinamento ad un accumulo acqua tecnica integrato da 250 litri.
L’apparecchio è in grado di fungere sia da fonte primaria di calore (gestendo tutte le varie temperature all’interno dell’accumulo acqua tecnica, sia per quanto riguarda il circuito sanitario prioritario; sia per quanto riguarda il circuito di riscaldamento, regolamentato anch’esso dalle relative sonde di temperatura); oppure da fonte secondaria in affiancamento, nel caso in cui si prediliga il collegamento con un’altra fonte energetica prioritaria.
L’accumulo acqua tecnica è composto da tre circuiti separati:

  •  Il primo circuito ad anello chiuso si interfaccia tra termostufa e accumulo acqua tecnica, regolamentato da una sonda di temperatura di mandata impostabile fino a 75°C max., composto da un vaso di espansione integrato da 18 litri, un circolatore ad alta efficienza e basso consumo e le relative sicurezze di impianto (valvola di scarico termico 3bar, valvola di sfiato aria impianto posto nella parte superiore dell’accumulo acqua tecnica, trasduttore di pressione).
  • Il secondo circuito è abbinabile ad una fonte energetica primaria o secondaria a scelta, ed è composto da una serpentina in acciaio inox AISI 304 ad elevato scambio termico, posta a bagnomaria nella parte centrale dell’accumulo acqua tecnica.

Il circuito può essere abbinato a:
– un circuito solare termico (con una superficie massima esposta al sole non superiore ai 4 mq);
– una pompa di calore con potenza max di 15-20 kW all’acqua in ingresso;
– una caldaia murale/basamento con potenza max di 15-20 kW all’acqua in ingresso;
– una qualsiasi fonte energetica con potenza max di 15-20 kW all’acqua in ingresso.
Per gestire questo secondo circuito sono disponibili 2 pozzetti sull’accumulo acqua tecnica per poter installare le relative sonde di temperatura max e min. della fonte abbinata.

Il terzo circuito, quello sanitario, è composto da una serpentina in acciaio inox AISI 304 ad elevato scambio termico posta a bagnomaria nella parte superiore dell’accumulo acqua tecnica, gestita dalla relativa sonda di temperatura e impostabile fino a massimo di 80°C. A seconda della richiesta sarà in grado di soddisfare una temperatura che varia da 44°C o 36°C con un prelievo da 8 l. a 12 l. al minuto per una durata di circa un’ora, con un Δt (temperatura tra acqua in entrata e uscita) da 20°/30°C.
L’accumulo acqua tecnica non presenta al suo interno particolari trattamenti superficiali, né l’anodo da sostituire periodicamente, essendo i vari circuiti separati e protetti da serpentini indipendenti in acciaio inox AISI 304 ad elevato scambio termico.
I cicli di anti salmonellosi, all’interno dell’accumulo acqua tecnica, vengono esclusi a priori, in quanto:
– i vari circuiti sono indipendenti e protetti da serpentine in acciaio inox AISI304;
– le temperature in gioco sono elevate.

Nota:
in caso di abbinamento con impianto termico solare, tutto ciò che concerne l’impiantistica, la gestione e la sua regolazione dovrà essere comandato da una centralina dedicata e un’impiantistica esterna indipendente. Rimane garantito che il serpentino in acciaio inox, è in grado di supportare qualunque istallazione con glicole o altri fluidi impiegati.

Sintesi dati
– Pressione max sanitario: 9 bar
– Temperatura max sanitario: 95 °C
– Pressione max primario: 10 bar
– Temperatura max primario: 99 °C
– Superficie di scambio serpentina boiler: ~1,2 mq
– Superficie di scambio serpentina flangia: 0,62 mq

  • Rivestimento in acciaio verniciato
  • Porta con spioncino controllo fiamma
  • Camera di combustione ad alto rendimento
  • Valvola antiscoppio
  • Sistema di pulizia manuale degli scambiatori con leve superiori
  • Pompa di circolazione riscaldamento ad alta efficienza
  • Vaso di espansione da 18 lt.
  • Valvola sicurezza 3 bar
  • Rubinetto di scarico impianto
  • Valvola di sfiato aria
  • Braciere in ghisa con post combustione
  • Cassetto cenere estraibile
  • Maniglia estraibile
  • Puffer da 250 litri acqua tecnica a doppio serpentino, per integrazione impianto solare, da abbinare a 1 o 2 pannelli solari da 2 mq di superficie ciascuno, e produzione acqua calda sanitaria diretta
  • Sensore livello pellet
  • Telecomando

Tabella 58

Verbena 23

Dimensioni (cm)
Peso (kg)250
Serbatoio (kg)40
Potenza termica nominale (kW)23.00
Potenza resa in riscaldamento (kW)24.63 max
7.22 min
Efficienza94.75% ma
93.4% min
Consumo stimato (kg/h)5.08
Autonomia alla potenza max. e min. (ore)
Diametro scarico fumi (mm)80
Alimentazione elettrica 230V – 50Hz - 2A
Potenza massima assorbita (W)400
Assorbimento elettrico max. in lavoro (W)85

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *